E’ possibile individuare la malattia prima che abbia possibilità di crescere e diffondersi nell’organismo, così da agire nella fase iniziale, quando ci sono molte più probabilità che il trattamento funzioni.

Questo è importante perché quando il melanoma è individuato e trattato in tempo, le possibilità di sopravvivenza sono eccellenti. Dopo che il melanoma invece si sviluppa, diventa molto più difficile da trattare e l’esito del trattamento è sempre più incerto e comunque meno incoraggiante. La sopravvivenza a 5 anni per un melanoma individuato nel suo stadio iniziale (stadio I), va dal 90 al 95%. (1) In generale, l’85% dei pazienti trattati ha un ottimo margine di sopravvivenza a lungo termine anche solo dopo la semplice rimozione chirurgica del tumore. (2)

Il primo segno del melanoma è di solito una cambiamento nella misura, la forma o il colore di un neo già esistete, o la comparsa di un nuovo neo. Dal momento che la maggioranza dei melanomi primari sono visibili nella pelle, c’è una buona probabilità che questi cambiamenti vengano individuati in una fase preliminare.