Paolo Ascierto, classe 1964, è il Direttore dell’Unità di Melanoma, Immunoterapia Oncologica e Terapie Innovative dell’Istituto Nazionale Tumori IRCCS Fondazione G. Pascale. di Napoli. Durante la crisi legata al Coronavirus, è stato il primo a sperimentare in Italia il Tocilizumab ovvero il farmaco anti artrite che pare sia utile nella lotta al virus.

Per primo, ha inoltre chiesto che l’utilizzo del farmaco venisse esteso in altre parti d’Italia. Ai microfoni di Radio Goal su Kiss Kiss Napoli ha spiegato: “Tra mercoledì e giovedì abbiamo contattato i colleghi cinesi e ci hanno detto di aver già sperimentato questo farmaco su ventuno pazienti e venti sono tornati a casa in sole ventiquattro ore”.

Chi è l’oncologo Paolo Ascierto, gli studi su melanoma e immunoterapia

Presidente della Fondazione Melanoma – ONLUS, che sostiene progetti di ricerca e campagne di sensibilizzazione e informazione per i cittadini, Paolo Ascierto si è laureato in medicina a Napoli nel 1990 e quattro anni dopo si è specializzato in Oncologia. Ideatore e organizzatore di “Metti il Melanoma in Fuorigioco”, in collaborazione con Rai e Lega Calcio, è stato anche presidente dell’Intergruppo Melanoma Italiano (IMI). Inoltre, è stato componente della commissione oncologica nazionale, voluta dal ministero della Salute, al fianco di Umberto Veronesi.

A lungo si è dedicato alla lotta al melanoma, ma non solo. Infatti, Paolo Ascierto è uno dei maggiori esperti di immunoterapia dei tumori a livello nazionale e internazionale. In Italia, risulta un pioniere nelle sperimentazioni sul sistema immunitario. Premio Zanibelli come Personaggio dell’Anno 2018, sempre lo scorso anno ha vinto il Premio Medicina Italia come Eccellenza. Cavaliere all’Ordine al Merito della Repubblica nel 2005, nel 2011 è stato nominato Commendatore.