Pierluigi Cidonio (1969-2007)
Cinquantadue anni non sono tanti. Anzi, sono pochissimi.
Pierluigi Cidonio ne avrebbe compiuto 52 anni l’ 8 Giugno, proprio quest’anno. Se l’é portato via un Melanoma, a Gennaio del 2007.
Io vorrei tenere vivo il suo ricordo nei figli, nella famiglia, tra gli amici.
A volte faccio fatica a ricordare la sua voce, i suoi occhi. Ma il suo modo di vivere e la sua luce mi accompagnano sempre.
Pucchio non credeva in Dio e nemmeno nella Chiesa. Ma era un uomo di bene. Era un uomo per bene.
Per lui si faceva il bene perchè era naturale aggire così, non c’era proprio un’altra scelta possibile.
Non per il premio di un cielo promesso ne per la paura della punizione dell’inferno eterno, ma perchè scegliendo la rettitudine ne veniva dietro l’allegria… e non ho mai incontrato un uomo così allegro, felice, intelligente.
Io lo vorrei tanto imitare. A volte ci riesco pure. Molte volte trovo proprio la sua impronta nelle mie azioni e nel mio modo di pensare la vita. Mi ritrovo a ridere delle cose che avrebbero fatto ridere a lui. E questo è tutto da ringraziare. Senza di lui sarei un pò meno me stessa.
Per tenere vivo il suo ricordo é che oggi lavoro su questa pagina e per Melanoma Italia, con la promessa che faró tutto quello che é nelle mie mani per evitare altre vittime di questa malattía che mi ha portato via l’amore della mia vita.
Insomma, non sono neanche una grande scrittrice, ne riesco con queste povere parole a descrivere la sua grandezza, ma lo porto nel cuore ovunque io vada. Presto sarò una vecchietta ma ci sarà sempre il ricordo del suo giovane sorriso ad illuminarmi.
E non so neanche dove andrò una volta finita questa mia vita. Non so neanche se ci sarà un posto dove andare. Ma ne sono sicura, se ce ne uno, il mio cuore mi porterà da lui.
Claudia Piazza Cidonio