Inibitore dell’angiogenesi che è stato studiato per il trattamento di numerosi tumori, incluso il melanoma metastatico. Questo farmaco è stato usato come sedativo e antinausea nelle donne in gravidanza negli anni ’50, ma ha causato grave malformazioni ai nascituri. E’ stato ritirato dal mercato finché non è stato nuovamente reintrodotto nel 1996 per il trattamento della lebbra. Il talidomide non ha gravi effetti collaterali se non somministrato in gravidanza.